Arredare con il cotto fatto a mano: le nuove tendenze

Arredare con il cotto fatto a mano

Arredare con il cotto fatto a mano: le nuove tendenze

Arredare con il cotto fatto a mano: le nuove tendenze 1900 1222 Krei

Arredare con il cotto fatto a mano il cotto fatto a mano è un materiale dal sapore antico in grado di conferire a qualsiasi ambiente un tocco di eleganza e calore.

Figlio di una tradizione antica, questo materiale è capace di adattarsi a qualsiasi stile d’arredamento (dal più rustico al più moderno) e ad ogni tipologia abitativa.

Un materiale naturale ottenuto dalla combinazione di elementi semplici (argilla impastata con acqua e cotta al forno), oggi considerato una scelta pregiata: viene utilizzato sempre più spesso non soltanto per pavimentazioni ma anche per rivestimenti e complementi d’arredo.

Il cotto fatto a mano consente, a differenza di molti altri prodotti industriali come il gres porcellanato, di realizzare progetti esclusivi e personalizzati.

Esso vanta uno spettro cromatico molto ampio che va dal giallo ocra al rosato fino al rosso bruno: le sue sfumature cromatiche sono assolutamente naturali e sono da ricondurre alla qualità di argilla utilizzata, alla cottura e al grado di umidità, e non all’aggiunta di coloranti.

Il cotto fatto a mano è piuttosto versatile non soltanto per le sue molteplici cromie ma anche per il grande assortimenti di formati: le mattonelle possono essere  rettangolariquadrateesagonali, romboidali  e così via e possono essere personalizzate all’infinito con  molteplici schemi di posa (a spina di pesce, a canestro ecc).

Cotto fatto a mano: non solo pavimenti

Spesso si è portati a pensare che il cotto fatto a mano sia adatto esclusivamente ai pavimenti ma questo materiale è perfetto anche per i rivestimenti e le scale esterne: grazie alla sua eccellente resistenza agli agenti atmosferici il cotto è perfetto per la copertura di terrazzi, balconi, vialetti, bordi piscina, muretti e così via.

Il cotto è inoltre particolarmente adoperato per i rivestimenti di bagni e cucine: è infatti resistente, duraturo, idrorepellente e semplice da pulire.

In un ambiente come la cucina, il cotto fatto a mano vanta diversi impieghi: pavimenti, rivestimenti delle pareti e cucina in muratura.

In quest’ultimo caso si utilizzano tonalità di cotto più chiare in combinazione con elementi d’arredo bianchi e colorati per gli ambienti più moderni oppure si opta per una muratura completa (dal pavimento fino al piano cottura) per ambienti più rustici.

Nella zona bagno invece il cotto è utilizzato non soltanto per pavimenti e rivestimenti pareti ma anche per muretti, ripiani e mensole in muratura. La tendenza in questo caso è quella di utilizzare il cotto smaltato, di cui parleremo a breve.

Ma non finisce qui. È possibile realizzare addirittura dei lavabi a ciotola in cotto fatto a mano. Lavabi ideali per qualsiasi tipo di piano d’appoggio (sia in legno che ceramica), perfetti da abbinare sia a rubinetterie moderne che classiche magari in rame oppure ottone.

Ma quali sono le ultime tendenze per arredare con il cotto fatto a mano?

Arredare con il cotto: le ultime tendenze

Negli ultimi anni una scelta molto gettonata per gli arredamenti è stato il cotto fatto a mano smaltato. Si tratta dello stesso materiale, che in questo caso viene sottoposto a procedimenti di smaltatura con aerografo a mano.

Molti interior designer adorano questo materiale per la possibilità di effettuare interessanti abbinamenti di tinte, sfumature forme e materiali: è possibile, infatti, creare un progetto unico giocando con i colori e le fantasie e alternando piastrelle di diverse tonalità, stampe e formati.

Ma le ultime tendenze vedono come protagonisti gli open space e le pareti con mattoncini a vista.

Sempre più persone amano rendere protagonisti dell’intero ambiente colonne e pilastri in cotto, come anche intere pareti lasciate allo stato grezzo con mattoni in cotto.

Un’altra idea creativa e per nulla banale è quella di dividere la zona giorno dalla zona cucina, rivestendo una o più pareti con piastrelle in cotto oppure creando un ampio arco di mattoni in cotto come separazione.

Le pareti con mattoncini in cotto a vista sono in grado di adattarsi a diversi stili e di riprodurre un’atmosfera confortevole: che siano i classici mattoni o quelli smaltati, queste pareti sono in grado di rapire lo sguardo degli ospiti e conferiscono alla stanza personalità ed eleganza.

Il nostro consiglio è semplicemente quello di non appesantire un locale con troppi mattoni a vista, ma di posizionarli in punti strategici e di impatto: in corrispondenza della parete accanto al caminetto, oppure dietro la zona fornelli, per dividere la zona cucina dal soggiorno o ancora come semplice contorno di una delle porte o delle finestre.

Se ami questo stile e desideri arredare casa con il cotto fatto a mano, non esitare a contattarci al numero  0761 1791060 (oppure in alternativa puoi compilare il form sottostante) per ricevere una consulenza gratuita e personalizzata.

Troveremo sicuramente la soluzione da te desiderata.

Vuoi ricevere informazioni?

Photo Credits

pavimento in marmo corridoio

Architettura e interior design: Marta Fegiz + Les Arch studio – Roma
Photo: Valerio Stopponi
Realizzazione:  www.fratellimarmo.com
Location: Roma

Camino in marmo

Photo: Caterina Zavattaro
Realizzazione:
  www.fratellimarmo.com
Location: Roma

bancone in marmo

Architettura e interior design: DK Architetture – https://dielekerciku.com/
Photo: Alessandro Vitali
Realizzazione:  www.fratellimarmo.com
Location: Reserva, Via del Pellegrino Roma

dettaglio top in marmo

Architettura e interior design: Surf Engineering Srl Roma
Photo: Caterina Zavattaro
Realizzazione:  www.fratellimarmo.com
Location: Il San Lorenzo – Via dei Chiavari 4/5 Roma

pavimento ristorante in marmo

Architettura e interior design: Arch Daniela Colli – www.collidaniela.com
Photo: Matteo Piazza
Realizzazione:  www.fratellimarmo.com
Location: Milano – Motta 1928